Figel: tagli e inasprimenti vanno fatti entro il primo anno di mandato

La maggioranza delle misure impopolari per consolidare le finanze pubbliche deve essere presa già nel primo anno di Governo, ha dichiarato ieri il leader del Movimento Cristiano Democratico (KDH), Jan Figel, dopo la riunione del partito. «È necessario perché la situazione finanziaria slovacca è ormai insostenibile. Più tardi si farà e più doloroso e complicato diventerà», ha detto Figel, aggiungendo che «una persona parsimoniosa non vive in debito, ma gestisce tutto in economia, come dovrebbe essere l’ambizione della Slovacchia».

Per quanto riguarda le voci sull’unificazione delle aliquote e l’aumento dell’IVA, Figel ha confermato che le discussioni in corso portano all‘unificazione dell‘IVA. «Ma i negoziati non sono ancora finiti», ha sottolineato. Figel rimane del parere che se le aliquote più basse vengono alzate, si impone una compensazione. «Il risarcimento per le persone socialmente svantaggiate deve costituire una parte fondamentale del pacchetto», ha detto, e il pacchetto di risanamento deve essere giusto e solidale.

Il Consiglio di Coalizione fissato per oggi pomeriggio dovrà trovare soluzioni a come aumentare le entrate del Bilancio slovacco, e come impostare i tagli.

(Fonte TASR)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.