Infografiche: Cibo di qualità (DOP, IGP, STG), l’Italia sempre leader

dop-igp-stg_alimentari_(grafica-BS)

L’Italia resta leader in Europa per quanto riguarda le produzioni di qualità certificata. A dichiararlo è uno studio dell’IFEL – Istituto per la Finanza e l’Economia Locale – organo della Fondazione Anci, l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani. Una leadership confermata anche per il 2014, con più di un quinto dell’intera “produzione di qualità” dell’Unione Europea.

Qui di seguito un’infografica interattiva con la mappa delle produzioni nell’UE – più il Paese è verde, più alta è la percentuale di prodotti certificati rispetto al totale dell’Unione – e la classifica per Paese, conglobando i 3 tipi di produzione presi in considerazione: i prodotti con Denominazione d’origine protetta (DOP), quelli con Indicazione geografica protetta (IGP) e le Specialità tradizionali garantite (STG).

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Come si può notare, i prodotti italiani rappresentano quasi il 22% dell’intera produzione di qualità certificata DOP-IGP-STG nell’Unione Europea. Sul podio anche la Francia – che ha fatto registrare un notevole incremento rispetto all’anno precedente, con 11 nuove produzioni, 3 in più dell’Italia – attestatasi al 17%, dinanzi alla Spagna al 14%. Dietro di loro, un trio composto da Portogallo, Grecia e Germania, che portano l’intero sestetto a rappresentare più di 3/4 dell’intero blocco di produzioni di qualità dell’Unione.

Dal secondo grafico si nota che l’Italia guida anche la classifica dei prodotti DOP, mentre la Francia è prima negli IGP. A Nel settore delle STG guida invece la Polonia, che deve a tale tipo di prodotti il 25% dell’intera propria produzione di qualità certificata.

Nota di BS: la Slovacchia, come si può vedere dal grafico, non è messa male. Nonostante un valore percentuale di appena l’1,13% sul totale, i suoi 16 prodotti certificati (7 STG, 8 IGP e 1 DOP) la piazzano tuttavia undicesima tra tutti i 28 membri della UE, davanti, ad esempio, a Ungheria, Austria, Svezia, Danimarca e Irlanda. Più avanti della Slovacchia nella regione dell’Europa centro-orientale solo Polonia (36 prodotti), Repubblica Ceca (33) e Slovenia (21).

(Emanuele Vena, via TermometroPolitico.it)

_
Grafica BS

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.