Rifugiati climatici: quando l’uomo si adatta ai disastri del riscaldamento globale

clima-cambia-alluvio-Banglad_(masudananda_CC-BY)

Tra il 2008 e il 2013, ci sono stati circa 140 milioni di sfollati a causa di disastri legati al clima. Intanto gli spostamenti graduali, come quelli causati dalla siccità o dall’innalzamento del livello del mare, hanno distrutto la vita quotidiana di moltissime persone. Francois Gemenne coautore di State of the World 2015 dice che «Questi “rifugiati climatici” sono diventati il volto umano del riscaldamento globale, il loro stesso spostamento viene  visto come una minaccia per la sicurezza globale».

Secondo il Worldwatch Institute, c’è il rischio di scambiare le migrazioni provocate dal clima come una decisione senza ritorno, invece di vederla come una scelta nell’adattamento umano. Per  Gemenne, direttore dell’’Institut d’études politiques de Paris, «La concezione dei migranti solo come vittime … potrebbe davvero ostacolare la loro capacità di adattamento e indurre risposte politiche inadeguate.

Continua a leggere su Unimondo.org.

__
Foto masudananda CC-BY 2.0

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google