UE: Slovacchia tra i Paesi più zelanti nel recepire il diritto comunitario

sk-eu_(pietro_f) Sk UE EU

La Commissione europea ha pubblicato un rapporto di valutazione sul rispetto delle norme europee da parte degli Stati membri. Nella relazione la Slovacchia appare tra gli ‘alunni’ più diligenti, all’11° posto su 28 per numero di casi di ritardato recepimento, recepimento scorretto o non corretta applicazione del diritto dell’Unione.

Oggi ci sono 37 casi di violazione del diritto comunitario aperti contro la Slovacchia (dei quali otto per tardivo recepimento), un numero che sta progressivamente riducendosi, con le nuove denunce in calo ormai per il terzo anno di fila. Sono stati 12 i nuovi casi aggiunti da Bruxelles nel 2014 per il ritardo della Repubblica Slovacca nell’attuazione delle direttive UE, in particolare nei settori salute, tutela dei consumatori e giustizia.

I paesi che meno rispettano le norme europee sono Grecia e Italia a pari merito (89 i casi aperti), Spagna, Belgio, Polonia e Francia. I più ‘virtuosi’ sono Croazia (entrata in UE solo nel luglio 2013), Estonia, Malta, Danimarca, Lettonia e Lituania.

A livello di UE-28 i casi di infrazione aperti sono diminuiti notevolmente nell’ultimo quinquennio, passando dal 2100 del 2010 ai 1347 del 2014 (in leggero aumento sull’anno precedente). Il maggior numero di casi aperti in tutta la UE riguardano la legislazione ambientale (322 casi, 24%) e trasporti e mobilità (223 casi, 16%)

Qui il rapporto della Commissione sull’attuazione delle direttive.

(La Redazione)

___
Foto Pietro Ferreira CC-BY-NC-ND

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.