Radicova: SNP è un promemoria dei valori per i quali vale la pena morire

Alla manifestazione nazionale di commemorazione per celebrare ieri il 66° anniversario dell‘Insurrezione Nazionale Slovacca (SNP) a Banska Bystrica hanno partecipato il Presidente della Repubblica Ivan Gasparovic e il Primo Ministro Iveta Radicova. Dopo l’evento Gasparovic ha detto ai media che «l‘SNP è uno dei fatti significativi della storia moderna della Slovacchia. Sono soddisfatto che non abbiamo dimenticato il significato dell‘SNP per la Slovacchia, e la Cecoslovacchia, dopo la Seconda Guerra Mondiale, che non siamo stati tra i vinti, ma siamo stati con orgoglio tra coloro che hanno sconfitto il fascismo», ha detto. La Slovacchia ha una lunga storia, ha ricordato Gasparovic, ma gli slovacchi spesso non lo apprezzano. «Noi dimentichiamo che siamo una nazione antica in Europa, che abbiamo raggiunto numerosi successi e che la Slovacchia di oggi è davvero uno Stato indipendente», ha detto.

Alla Radicova, i giornalisti hanno ricordato che pochi giorni fa ha consegnato la medaglia di Milan Rastislav Stefanik ai veterani dell‘Insurrezione, ed è stato il primo Premier a farlo dopo la Rivoluzione di velluto (1989). «È stato un incontro commovente, ho sentito da queste persone preziose che questa medaglia è il premio più pregiato che hanno ricevuto», ha detto. La Radicova poi ha detto che apprezza molto il coraggio dei giovani che hanno partecipato alla rivolta. Essi ricordano alla generazione attuale che «ci sono valori per i quali non dobbiamo solo alzare la voce, ma anche spesso lasciare la nostra vita».

L‘Associazione slovacca del combattenti antifascisti (SZPB) ha presentato una protesta alla Televisione Slovacca (STV) per la decisione di non mandare in onda Domenica la commemorazione dell’anniversario dell‘Insurrezione a Banska Bystrica. «Anche se è una delle cinque feste di Stato, la STV ha preferito trasmettere un seminario da Banska Bystrica» si è lamentato il segretario dell‘Associazione Hradecky. «Alle celebrazioni hanno partecipato le maggiori istituzioni dello Stato, e anche il Presidente Gasparovic ha fatto un discorso», ha detto Hradecky, STV avrebbe dovuto almeno mandare in onda il suo discorso

Venerdì scorso si era tenuta a Bratislava, presso il monumento in Piazza SNP, una cerimonia con parlamentari, rappresentanti di governi regionali e locali, l’Unione slovacca antifascista e membri del corpo diplomatico, che hanno pagato omaggio ai combattenti della resistenza antifascista. Durante la posa delle corone, il Vicepresidente del Parlamento e capo dell’opposizione Robert Fico ha dichiarato che «la fiducia reciproca tra i partecipanti all‘SNP è un esempio illuminante … gli interessi di parte esistono tutt‘ora, ma quando la Nazione o lo Stato sono in discussione, ci sono cose più importanti», ha detto. Il Governatore di Bratislava, Pavol Freso (SDKU-DS), ha detto che attraverso l‘SNP la Slovacchia si unì agli Stati della coalizione anti-Hitler. Chi ha sofferto e dato la vita nell‘SNP ha gettato le basi per gli sviluppi del 1989 (la Rivoluzione di Velluto, ovvero la caduta del comunismo), ha dichiarato.

L‘Insurrezione Nazionale Slovacca (SNP), è la rivolta antifascista che iniziò il 29 Agosto 1944 alle 20, quando soltanto un‘ora prima sulla radio nazionale era stato dato l‘annuncio che la Germania aveva occupato il Paese. La presa di Banska Bystrica da parte dei rivoltosi la mattina seguente fu il primo atto concreto. La Slovacchia ha più di 200 monumenti all‘Insurrezione Nazionale SNP.

Per chi vuole saperne di più: http://it.wikipedia.org/wiki/Insurrezione_nazionale_slovacca.

(Fonte TASR)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google