ONU: sviluppo sostenibile possibile soltanto con uso prudente delle risorse

Nel XX secolo l’estrazione globale annua di materiali è aumentata di un fattore 8. Potocnik: «Trasformazione radicale delle priorità politiche per risorse naturali e ambiente».

sostenibilità-ambiente-terra_(mazzali_2453880569@flickr_CC)

Mentre la Comunità internazionale si prepara ad adottare i nuovi Sustainable Development Goals (Sdg – Obiettivi per lo sviluppo sostenibile), l’International Resource Panel (IRP) del Programma delle Nazioni unite per l’ambiente (Unep) lancia un allarme: «A meno che una gestione prudente delle risorse naturali non diventi parte integrante dei policy packages, gli Sdg non raggiungeranno il loro scopo fondamentale: porre fine alla povertà estrema entro il 2030 ed affrontare tutti gli aspetti dello sviluppo sostenibile».

L’Irp è costituito da un team di oltre 30 esperti di fama internazionale e scienziati di più di 30 Paesi ed è ospitato dalla Division of Technology, Industry and Economics dell’Unep. Dal 2007 questo organismo scientifico fornisce valutazioni scientifiche indipendenti ai governi e ad altri stakeholders per l’uso efficiente ed efficace delle risorse naturali lungo tutto il su tutto il life-cycle. I rapporti dell’Irp sono stati utilizzati da organizzazioni internazionali, governi, think-tanks, ricercatori, università, industria e gruppi della società civile, per discutere e pianificare nuove politiche che tengano conto del consumo delle risorse e di una produzione efficiente e sostenibile.

Con la popolazione mondiale che nel 2050 dovrebbe superare i 9 miliardi di persone e la rapida crescita economica nei Paesi in via di sviluppo e nelle economie emergenti, la domanda di risorse naturali, in particolare le materie prime, dovrebbe continuare a crescere fortemente e, secondo il  rapporto “Policy Coherence of the Sustainable Development Goals: A Natural Resource Perspective”  appena pubblicato dall’Irp, «La prosperità sostenibile per le generazioni attuali e future richiede il mantenimento e il ripristino della salute degli ecosistemi» e avverte che «Le politiche per raggiungere gli Obiettivi per lo sviluppo sostenibile devono essere progettate  e realizzate in modo integrato per massimizzare i progressi verso tutti gli Sdg e – in definitiva – verso l’obiettivo generale di porre fine alla povertà estrema».

In questo contesto, l’incremento dell’efficienza delle risorse è un fattore importante per fornire protezione dell’ambiente e climatica, occupazione, prestazioni sociali e la crescita verde sostenibile.

Leggi il resto su GreenReport.it.

Foto Mazzali CC-BY-SA 2.0

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.