Radicova: Lukac si dimetta per i commenti sulla mafia. Lukac: era solo uno scherzo

Il deputato di opposizione Vincent Lukac del Partito Nazionale Slovacco (SNS) dovrebbe dimettersi dal Parlamento, avendo confessato i suoi contatti con la malavita, ha dichiarato Sabato il Primo Ministro Iveta Radicova (SDKU-DS). «Vedo la sua pubblica ammirazione, e anche i contatti con persone le cui attività possono essere legate alla criminalità organizzata, incompatibili con la carica di deputato», ha detto la Radicova. Ha aggiunto che il suo Governo, che nel Manifesto annuncia dura battaglia contro la corruzione e la criminalità organizzata, non può tollerare le dichiarazioni di Lukac. Il Premier ha inoltre rilevato che Lukac è tenuto a comunicare tutte le informazioni sulla criminalità organizzata alla Polizia.

Le dichiarazioni controverse di Lukac sono venute in seguito a un incendio doloso del suo Suv a Kosice Lunedì scorso. «Non era lavoro della mafia, no di certo», aveva detto Lukac. «Stimo i mafiosi e loro stimano me», avrebbe detto l’ex giocatore della nazionale di hockey su ghiaccio al magazine settimanale Plus 7 Dni. In un’altra intervista con il giornale Hospodarske Noviny questa settimana, Lukac si sarebbe meravigliato di una osservazione del cronista sul fatto che egli non è un membro del Governo. «Eh? Non sono nel Governo adesso?» avrebbe chiesto in tono offeso..

Richiesto di un parere, l’analista politico Grigorij Meseznikov dell‘Istituto Affari Pubblici (IVO) ha dato pieno appoggio alla richiesta della Radicova delle dimissioni di Lukac. «Credo che questa sia l’unica soluzione», ha affermato, sottolineando che la Radicova è alla testa di un Gabinetto che vuole combattere la criminalità organizzata. Meseznikov dice che le dichiarazioni di Lukac non sono accettabili.

La risposta dell‘SNS sul fatto che Lukac chiederà un esame dell‘Ufficio per la sicurezza nazionale (NBU) per fare luce sulle accuse dei suoi collegamenti con la criminalità organizzata, dice Meseznikov, sono un passo falso, Lukac ha già auto-confessato i suoi legami con la mafia. Secondo lui la Commissione parlamentare per la difesa e la sicurezza dovrebbe occuparsi di questo caso, avendo il deputato apertamente confessato contatti con la mafia. «Non so cosa ci potrebbe essere di più squalificante di una confessione», ha aggiunto.

Vincent Lukac ieri, dopo alcuni giorni di clamore pubblico, ha sostenuto che stava solo scherzando. «Sono stupito, sono quasi scioccato, che dichiarazioni intese come uno scherzo, e dette in tono ironico a giornalisti di tabloid per avvicinare il loro stile e gli standard del loro lavoro, sono ora analizzate da tutto lo spettro politico, dal Parlamento, e recentemente anche dal Primo Ministro (Iveta Radicova / SDKU-DS)», ha detto Lukac in una dichiarazione scritta alle agenzie di stampa. Lukac ha negato qualsiasi contatto con la mafia e ogni stima per essa. Ha aggiunto che l’intero caso è un uso improprio di uno sfortunato incidente, e una campagna di certi media e partiti politici contro di lui e il suo partito.

(Fonte TASR)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google