La Grecia sulla graticola. Chi sono i suoi amici e nemici nell’Eurogruppo

eurozona_(jonblathwayt 5054344769 CC-BY)

«L’Eurogruppo ci ha dato un’altra chance», così ha detto il nuovo ministro delle finanze greco uscendo ieri dai palazzi di Bruxelles. Ma su chi può contare Alexis Tsipras, e il suo capo negoziatore Euclid Tsakalotos, al tavolo dell’Eurozona? C’è un nucleo di alleati che fa il tifo per l’intesa: Belgio, Lussemburgo, Italia, Francia e anche l’Irlanda, che apre a sorpresa anche alla possibilità di una ristrutturazione del debito. Sul lato opposto ci sono piccoli ma agguerriti Paesi del Nord e dell’Est, Finlandia, Lettonia e Slovacchia in primis, convinte che un’Area euro senza Atene forse sarebbe un posto migliore. Dura sembra anche la posizione dell’Olanda e della Lituania. E infine c’è il king maker Germania, finora sempre contraria a una ristrutturazione ma che per tenere la Grecia nell’euro potrebbe anche aprire a un allungamento dei tempi dei prestiti.

Continua a leggere su Lettera43.it.

__
Foto jonblathwayt CC-BY 2.0 

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.