Sondaggio Grecia: un duello serrato tra il sì e il no

grecia-euro_(aestheticsofcrisis NC-SA)

Secondo la nuova rilevazione realizzata dall’istituto Alco per il quotidiano greco Ethnos, a due giorni dal voto, ci sarebbe un testa a testa serratissimo per il referendum greco. I Sì, quindi i favorevoli all’accordo con l’Unione Europea sarebbero al 44,8% mentre il No, sostenuto dal partito di governo Syriza, si attesterebbe al 43,4%. Situazione praticamente di parità e Paese spaccato in due. A decidere l’esito della consultazione saranno gli indecisi che seppure in discesa sono l’11,8%.

Sondaggio Grecia, situazione frenetica

Come descritto ottimamente da Gianni Balduzzi, nel precedente articolo, la situazione è davvero frenetica, in quanto prima si sono rincorse le voci di una “una Grecia contro Tsipras, ma poi sono giunti i primi sondaggi effettuati dopo l’annuncio del referendum e la chiusura delle banche, primo fra tutti quello di Pro Rata per Efimerida ton Syntakton che era di segno diverso.

Effettuato tra il 28 e il 30 giugno, i No prevalevano sui Sì, 57% contro il 30%. Tuttavia l’istituto di sondaggi ha svolto due rilevazioni vicinissime, la prima dopo il discorso di Tsipras, e il secondo di lunedì e martedì dopo la chiusura delle banche, e i risultati sono mutati molto, i No sono scesi al 46% e i Sì saliti al 37%. Guardando questi dati, dunque, sembra che i no siano in calo ma il quadro è davvero fluido e di difficile previsione.

(Termometropolitico.it)

 

__
Foto aestheticsofcrisis CC-BY-NC-SA 2,0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.