Gas: Eustream pronta a sostenere l‘Ucraina in colloqui per il gas reverse flow

gas_(wikipedia.org)

Secondo l’agenzia di stampa ucraina Interfax, la società slovacca di gestione del sistema di trasporto del gas Eustream a.s. è pronta a partecipare a negoziati multilaterali sulla modifica delle regole di funzionamento dell‘hub del gas tra Ucraina e Slovacchia. Nella nota emessa dalla società, Eustream dice di «riconoscere l’obiettivo ucraino di ottenere un funzionamento completamente standardizzato alle sue frontiere», riferendosi al fatto che questa è l’unica frontiera dove è il fornitore russo Gazprom a consegnare agli slovacchia il gas che arriva da Mosca attraverso il gasdotto ucraino, mentre altrove sono sempre i due paesi confinanti che si occupano della faccenda. Questo è dovuto alle tensioni esistenti nel settore energetico tra Mosca e Kiev, che hanno portato lo scorso anno Gazprom a fare consegne al mercato interno ucraino solo dietro pagamento anticipato.

Eustream dice che la soluzione alle questioni sollevate dall’Ucraina sta nei negoziati multilaterali tra Ucraina, Commissione europea, Gazprom ed Eustream, come indicato nell’accordo dello scorso anno che ha permesso il reverse flow del gas in località Velke Kapusany dalla Slovacchia verso est. La società slovacca, secondo Interfax, si dice pronta a difendere nel negoziato le richieste di Kiev per quanto possibile.

Gli ucraini, che cercano in ogni modo di diversificare le fonti di approvvigionamento energetiche oggi dipendenti in grandissima parte da Mosca, avevano nei giorni scorsi accusato gli slovacchi di non voler aumentare il flusso di gas inverso, oggi fissato a 14,5 miliardi di metri cubi all‘anno, mentre la capacità complessiva del gasdotto permetterebbe di raddoppiare tale quantità. Inoltre, Kiev ha chiesto a Bruxelles di verificare se il contratto con Gazprom degli slovacchi, che impedisce il flusso inverso, violi il diritto comunitario.

Su quest’ultimo punto Eustream, che con i russi ha un contratto ventennale di fornitura, recentemente oggetto di una revisione dopo forti cali di prezzo sui mercati continentali, dice che gli accordi di trasmissione di Eustrean con il fornitore russo Gazprom sono irrilevanti, in quanto «il funzionamento della stazione di pompaggio a Velke Kapusany, da dove avviene il reverse flow, non è disciplinato dal contratto di cui sopra, ma da accordi separati su condizioni tecniche di trasmissione. Accordi che non fanno parte del contratto di trasmissione», ha scritto la società slovacca secondo Interfax.

(Red)

__
Foto Glenn Dillon @wikicommons

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.