Piano Juncker, dalla Slovacchia un piatto di 400 milioni per gli investimenti

È il settimo paese Ue ad annunciare di partecipare al progetto. Anche Bratislava partecipa con le banche promozionali. Soddisfazione di Katainen e Sefcovic.

sk-eu_(pietro_f) Sk UE EU

Bruxelles – Anche la Slovacchia contribuisce al piano Juncker per gli investimenti. Il governo di Bratislava ha annunciato metterà sul piatto 400 milioni di Euro, che si vanno ad aggiungere alle risorse messe già dagli altri Paesi. Con la Slovacchia salgono così a sette i Paesi dell’Ue che hanno già dato l’ok alla partecipazione al piano. Prima della Slovacchia avevano già aderito Germania (otto miliardi), Francia (otto miliardi), Italia (otto miliardi), Spagna (1,5 miliardi), Lussemburgo (80 milioni), e Polonia (otto miliardi). Il contributo slovacco al piano Juncker per gli investimenti sarà garantito attraverso Slovenský Investičný Holding and Slovenská Záručná aRozvojová Banka, le banche promozionali del Paese.

Soddisfatto il commissario per la Crescita e gli investimenti, Jyrki Katainen. «Sono contento dell’annuncio della Slovacchia. Dopo sette mesi dal lancio del piano per gli investimenti adesso non vedo l’ora di vedere i risultati concreti nelle prossime settimane». Anche Maros Sefcovic, commissario slovacco responsabile per l’Unione energetica, accoglie “con favore” la decisione della Slovacchia. «Il Paese ha l’ambiente giusto per investire, e il piano per gli investimenti porterà grandi opportunità di partenariati pubblico-privati, specie nei settori energetico, infrastrutturale e digitale».

(Emanuele Bonini, via EuNews.it)

Foto Pietro Ferreira CC-BY-NC-ND

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google