I Paesi di Visegrad contrari alle quote obbligatorie di migranti

immigr_mediter_(UNHCR 10423548355 CC-BY-NC)

I quattro paesi del Gruppo Visegrad (V4 – Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia e Slovacchia), sono contrari all’idea di quote obbligatorie di reinsediamento dei migranti come proposta dalla Commissione europea. A dirlo è stato il Primo ministro ceco Bohuslav Sobotka ieri, dopo un incontro con i rappresentanti degli altri Stati dell’organizzazione centroeuropea a margine del vertice UE di Bruxelles con gli Stati dell’America Latina e dei Caraibi. L’incontro aveva lo scopo di coordinare le posizioni dei quattro Paesi sul problema della migrazione prima dell Consiglio europeo previsto per la fine di giugno con questo tema sul piatto. I capi di governo di Praga, Varsavia, Budapest e Bratislava discuteranno di nuovo di questa questione scottante in una riunione del Gruppo di Visegrad che si terrà a Bratislava il 19 giugno.

(Red)

Foto UNHCR CC-BY-NC

1 Commento

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.