Slovenske Elektrarne: anche i cinesi vogliono le azioni Enel

enel_

Secondo il quotidiano Dennik N anche La China National Nuclear Corporation (CNNC), agglomerato di proprietà statale della Repubblica Popolare Cinese ha espresso interesse all’acquisto del pacchetto di maggioranza della società elettrica slovacca Slovenske Elektrarne (SE) messo sul mercato dal gruppo italiano Enel. Il quotidiano dice di avere appreso l’informazione da una fonte anonima molto vicina al dossier, e ha scritto ieri che l’azienda cinese avrebbe espresso il suo interesse ai primi di maggio chiedendo a SE l’accesso a informazioni dettagliate sulla società. L‘interesse di CNNC sarebbe arrivato dopo la data del 7 maggio che Enel aveva fissato quale termine per la presentazione di offerte. In ogni caso, il governo slovacco ha fatto pressione sul gruppo italiano che per il momento ha deciso di non decidere nulla, in attesa che si tengano incontri tra le i due soci (Enel ha il 66%, il governo il 34%) per l’eventuale cessione di azioni in numero tale da permettere alla Slovacchia prendere il controllo della società. Questo può significare che anche per l’azienda cinese ci potrebbe essere ancora spazio.

Fino ad ora si sapeva, per ammissione degli stessi italiani, che a presentare offerte vincolanti erano stati un consorzio slovacco-ungherese composto dalla petrolifera Slovnaft e il gruppo MVM, il gruppo energetico ceco e slovacco EPH Holding e la finlandese Fortum.

Secondo Dennik N, i cinesi hanno grande liquidità e potrebbero essere in grado di offrire somme superiori alla concorrenza, e avere dunque via libera nell’acquisto della quota italiana.

Da qualche tempo non si conosce lo stato dei negoziati tra Stato slovacco ed Enel. Nell’aprile scorso l’Ad di Enel Francesco Starace aveva visto il Primo ministro Fico a Bratislava e aveva ammesso che il gruppo italiano ha accettato di rimanere responsabile del completamento del raddoppio della centrale nucleare di Mochovce, il cui terzo reattore dovrebbe essere pronto tra un anno (e il quarto e ultimo 12 mesi dopo). Il che significherebbe che Enel non può vendere l’intera sua quota, e l’unico scambio azionario ad essa consentito sarebbe la vendita al governo di un numero di azioni sufficiente perché questo prenda il controllo dell’azienda slovacca.

(Red)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google