Ten, o ktorom sa hovorí – L’uomo del momento. Pièce teatrale in slovacco a Forlì

Dopo il successo degli ultimi due anni, torna sul palcoscenico il nuovo spettacolo teatrale in lingua slovacca.

Si è appena conclusa presso il Teatro Diego Fabbri di Forlì la 23a edizione della rassegna teatrale Babele teatrale in costruzione,  organizzata dall’Associazione Universitaria Teatrale SSenzaLiMITi del Dipartimento di Interpretazione e Traduzione (DIT) dell’Università di Bologna (sede di Forlì) in collaborazione con il Centro di Studi Teatrali dell’Università di Bologna.

La manifestazione ogni anno propone spettacoli in lingua straniera messi in scena dagli studenti. Dieci quest’anno le lingue rappresentate: spagnolo, russo, portoghese, tedesco, cinese, slovacco, giapponese, francese, arabo e inglese.

lettorato-04062015_02

Forte del successo ottenuto con le due precedenti rappresentazioni messe in scena al Teatro Testori di Forlì nel 2013 (Perinbaba, adattamento del film di Juraj Jakubisko) e nel 2014 (La principessa domata, adattamento del film slovacco Re bazza di tordo (Král Drozdia Brada) e dell’omonima favola dei fratelli Grimm), il gruppo di teatro in lingua slovacca si è esibito quest’anno per la terza volta il 26 maggio, portando in scena la pièce Ten, o ktorom sa hovorí – L’uomo del momento.

Coordinati dalla professoressa Renata Kamenárová, docente di Lingua e cultura slovacca presso il DIT di Forlì, gli studenti (italiani e slovacchi) hanno messo in scena un libero adattamento del film slovacco Kandidát (2013). Il film ha fatto da cornice moderna alla narrazione di alcuni eventi della vita del Generale Milan Rastislav Štefánik, eroe della Grande Guerra e fondatore della Repubblica Cecoslovacca.

La scelta del soggetto e delle musiche è coerente con la volontà del gruppo di trasmettere al pubblico italiano una parte importante della storia slovacca. Dopo due anni di fiabe, il punto di partenza per la stesura del copione è stato il saggio Banditi o Eroi? Milan Rastislav Štefánik e la Legione Ceco-Slovacca (Kellermann Editore, Vittorio Veneto, 2013) dello scrittore e giornalista Sergio Tazzer, opera che lo stesso Tazzer ha presentato a Forlì il 15 maggio 2014 nell’ambito della prima conferenza dell’Associazione Culturale Slovacca.

Lo spettacolo ha visto la partecipazione degli studenti in tutte le sue fasi, dalla stesura del copione alla preparazione dei sopratitoli, fino agli aspetti più prettamente tecnici (scenografie, luci e suono). La messa in scena ha inoltre richiesto una particolare cura nella ricerca di costumi e musiche che permettessero di ricreare l’atmosfera della fine degli anni Dieci, oltre che del giusto equilibrio narrativo, tra brio e serietà, che consentisse di accennare tanto al fascino dei café chantant dell’epoca quanto al dramma della guerra, senza privare di vivacità il ritmo della storia.

lettorato-04062015_01

La rappresentazione è stata impreziosita dalla riproduzione di brani operistici interpretati dall’onorevole Dušan Jarjabek, cantante lirico, parlamentare e capo della Commissione Cultura e Media del Consiglio Nazionale della Repubblica Slovacca.

Anche quest’anno l’esperienza teatrale ha costituito un ulteriore arricchimento per gli studenti, a livello tanto linguistico quanto storico-culturale, e ha permesso di far capire al pubblico italiano quanto i confini delle nostre nazioni in realtà non siano così lontani.

lettorato-04062015_03

(Anna Zingaro, Barbara Tambini e Giorgia Cavicchia)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google