Musica slovacca, quote obbligatorie alla radio. Ogni 3 straniere 1 canzone sarà slovacca. Per legge

radio

Ogni cinque canzoni, almeno una slovacca. Così il governo ha intenzione di fermare l’egemonia culturale in particolare dei paesi anglosassoni, che hanno il quasi monopolio degli hit internazionali. Dal 2016, secondo un emendamento alla legge sulla radiodiffusione approvata mercoledì dall’esecutivo di Robert Fico, ogni radio in Slovacchia dovrà attenersi a un sistema di quote minime del 20% di musica nazionale, a tutela della musica leggera di produzione nazionale. E dal 2017 aumenta ancora di più la stretta: un brano su quattro sarà slovacco (parti al 25%).

Peggio ancora va per la radio pubblica, che nel 2016 saranno tenute a una quota del 30%, praticamente dovranno mettere una canzone slovacca ogni due straniere, quota che aumenterà al 35% l’anno successivo. E un quinto della quota nazionale dovrà essere di brani composti o usciti nell’ultimo quinquennio. Per produzione musicale slovacca la legge intende i componimenti con testo in slovacco, oppure quelli che abbiano un autore o interprete slovacco o un cittadino con un permesso di soggiorno permanente nel Paese.

La disposizione sarà obbligatoria nella fascia oraria fra le 6 del mattino e le 24. Protestano i proprietari delle stazioni radiofoniche e televisive private, che ritengono il provvedimento una controproducente azione di carattere protezionistico, che minerà il loro attuale modello di business. L’intervento a gamba tesa del governo sul loro operato, dicono, viola le regole dell’economia di mercato e della concorrenza. Anche la Procura generale ha dei dubbi, e ritiene che la legge sia anticostituzionale.

Oggi la musica nazionale trasmessa è circa un decimo dei palinsesti musicali delle stazioni radio.

L’intervento governativo era stato chiesto a gran voce dagli autori e interpreti slovacchi, che si ritenevano discriminati dagli operatori radio nazionali. Il provvedimento è frutto della loro pressione sul Ministero della Cultura, che dice che minimi di legge sono in vigore in altri Paesi dell’Unione europea: in Polonia la musica nazionale è fissata una quota del 33%, in Ungheria del 35% e in Francia addirittura del 40%.

(La Redazione)

1 comment to Musica slovacca, quote obbligatorie alla radio. Ogni 3 straniere 1 canzone sarà slovacca. Per legge

  • Franco Wendler

    Il fatto che una legge del genere sia in vigore anche in altri paesi, non vuol dire che sia per forza corretta ed intelligente.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google