Dennik N si rivolge alla Corte costituzionale contro l’esilio governativo

dennikN

Il quotidiano Dennik N ha presentato ieri alla Corte costituzionale una denuncia riguardo alla recente decisione del governo di Robert Fico di vietare tutte le comunicazioni con il giornale dal 6 maggio scorso, citando una linea tendenziosa del giornale nel riportare la politica dell’esecutivo. Da allora il Premier e i ministri non rilasciano interviste a giornalisti di Dennik N, e le domande poste dagli inviati del giornale alle conferenze stampa vengono ignorate. La dirigenza di Dennik N, sostenuta da pareri autorevoli, considera questa misura illegale e in contrasto con i diritti costituzionalmente garantiti all’informazione.

L’editore Lukas Fila è convinto che il governo di Fico non fa solo un dispetto al suo giornale, mettendo in pericolo la sua attività, quanto all’intera opinione pubblica, non rispettando il diritto dei cittadini all’informazione.

Il giornale ha ottenuto la solidarietà di diversi altri media nazionali e ha ricordato come negli anni ’90 – davvero un’altra epoca – l’ex Premier Meciar aveva bandito le comunicazioni per tre mesi con Sme e TV Markiza. Fico ha avuto spesso un rapporto contrastato con i media slovacchi, e più volte li ha portati in tribunale per articoli o vignette su di lui. Anche in questo caso, sembra che la causa scatenante sia stata l’emissione con il giornale di adesivi del noto caricaturista Shooty che ritraevano Fico come un ladro.

(La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google