Operaio morto sul lavoro alla centrale nucleare di Mochovce

mochovce

Un 27enne slovacco è  morto giovedì 28 maggio presso il cantiere della centrale elettrica di Mochovce nella regione di Nitra, dove si stanno completando il terzo e quarto blocco nucleare. La sua morte, e l’intossicazione di un suo compagno di lavoro coetaneo intervenuto per soccorrerlo, è avvenuta durante lavori di saldatura in un serbatoio sotterraneo, a causa dell’inalazione di gas argon. La vittima, del cui incidente è stato testimone anche il padre, lascia moglie e una figlia piccola.

La vittima, originaria di Sobrance, nella regione di Prešov, lavorava per la ditta Profi Steel, una delle tante che stanno occupandosi del raddoppio della centrale gestita dalla società elettrica Slovenské Elektrárne. Il collega intossicato è stato ricoverato d’urgenza all’ospedale di Nitra. La polizia si sta occupando delle indagini sull’esatta dinamica dei fatti.

(Fonte Cas.sk)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.