Ucraina: la Russia ammassa truppe al confine

ucraina-sloviansk_270614_(maksymenko-14374858087)

L’esercito russo sta ammassando truppe, blindati, carri armati e artiglieria presso il confine ucraino. Lo riporta la Reuters, che sottolinea come molte delle truppe e dei mezzi siano privi di targhe di riconoscimento e insegne. La base di Kuzminsky, a 30 km dal confine ucraino, “offre la più evidente delle prove di come la Russia stia rinforzando militarmente l’area”.

Dagli ultimi accordi di Minsk sono trascorsi oltre tre mesi, eppure le effettive condizioni di tregua del conflitto in Ucraina non sembrano realizzarsi. Gli scontri si sono susseguiti e tutta l’area vede un intensificarsi di contingenti militari, per ora con funzioni di solo addestramento, esercitazione, controllo, stando alle fonti ufficiali.

Gli accordi di Minsk del 16 febbraio scorso prevedevano oltre a tregua e disarmo, anche il ritorno delle repubbliche separatiste di Lugansk e Donetsk sotto il controllo di Kiev, pur con una loro autonomia speciale. Più precisamente, si è creata una buffer zone tra le parti e si è imposto il ritiro delle armi pesanti. La scelta in realtà può venire a giovare alle milizie separatiste del Donbass, che vedono le armi pesanti di Kiev ritirarsi, i bombardamenti terminare e possono avere potenzialmente il tempo e le condizioni per addestrare nuove leve e potenziare i loro mezzi.

Continua a leggere.

Foto Sasha Maksymenko

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.