A Bratislava un nuovo Museo della Guerra, sarà ricavato sotto al memoriale Slavin

Slavin, Bratislava (BibianaPapp@panoramio)

Il ministero della difesa ha intenzione di creare insieme al comune di Bratislava un gruppo di lavoro per studiare un progetto di museo dedicato alla memoria delle vittime della seconda guerra mondiale, da farsi presso il memoriale Slavin, attorno al quale sono sepolti migliaia di caduti sovietici proprio settanta anni fa. Il ministro Glvac (Smer-SD) e il sindaco Nesrovnal (indipendente di centrodestra) hanno firmato lunedì un accordo in questo senso presso la sede del municipio.

Il sindaco ha spiegato l’iniziativa dicendo dopo la firma che tutte le capitali europee hanno questo genere di museo, e ora è giunto il momento che anche la Slovacchia si adegui. Lo Slavin, del resto, è luogo ideale per ospitare tale museo, in quanto oltre che memoriale e cimitero militare è un luogo di ‘formazione dell’identità’ a Bratislava.

Al momento non sono noti dati come dimensioni, costi e tempi di realizzazione. Il ministro Glvac vuole sostenere parte dei costi del progetto, ma ha anche intenzione di cercare sponsorizzazioni e fondi dalle ambasciate dei paesi i cui soldati hanno aiutato a liberare Bratislava durante la seconda guerra mondiale. Secondo lui, il museo potrà essere utile a educare le giovani generazioni sulla storia della propria città e Paese.

Il Ministro Glvac sotto allo Slavin (mosr.sk)

Il nuovo museo dovrebbe essere locato in spazi esistenti sotto il basamento del memoriale Slavin, che sono vuoti sin dalla sua costruzione alla fine degli anni ’50 del secolo scorso. Proprio di recente il ministro ha appreso di questi spazi che, adeguati e ristrutturati, possono ospitare un museo che ha la potenzialità di migliaia di visitatori che già si recano al monumento.

(Red)

Foto: BibianaPapp@panoramio, Mosr.sk

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.