Governo, possibile riduzione a breve dell’Iva sugli alimentari

pane-slovaccoIl governo monocolore Smer-SD starebbe mettendo mano, dopo misure sociali che hanno dato benefici in particolare a gruppi selezionati di persone come i pensionati e gli studenti, a una potenziale riduzione dell’IVA sui prodotti alimentari, scrive oggi il quotidiano economico Hospodarske Noviny. Il provvedimento potrebbe essere tra quelli di un secondo pacchetto sociale che il Premier Fico andrà a presentare questo sabato.

Se così fosse, nota il giornale, il governo si aspetterà di vedere la minore percentuale di tassazione riversata immediatamente sui prezzi di vendita al dettaglio. Non è nota la percentuale di riduzione sulla quale starebbe lavorando il governo, ma in passato l’Iva sui prodotti alimentari era al 14%, prima che il governo Dzurinda nel decennio scorso introdusse la flat-tax al 20%. Portando così l’imposta sul valore aggiunto del settore alimetare al livello più alto dell’intera regione, se non nell’intera Ue.

Tra i critici c’è chi sostiene che questa non può essere ritenuta una norma di carattere “sociale” dato che anche i ricchi comprano cibo, e l’effetto globale di tale provvedimento sarebbe più che modesto.

È chiaro che una operazione del genere dovrebbe prevedere aliquote differenziate tra alimenti di prima necessità e tutto il resto. Non è accettabile che il caviale abbia la stessa tassazione di pane, uova o latte.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.