Slovak Telekom ritirata dal mercato. Il governo venderà la sua quota per via diretta

slovaktelekom_t-com_(zero_data CC-NC-ND)

Giovedì 7 maggio il Ministro dell’Economia ad interim Peter Kazimir ha deciso di ritirare la partecipazione del 49% del capitale della compagnia di telecomunicazioni Slovak Telekom dal mercato, dove le azioni erano state offerte per una IPO (Offerta pubblica iniziale) sulle Borse di Londra, Praga e Bratislava. Il governo ha infatti deciso di vendere il suo pacchetto direttamente a un investitore strategico, che ha fatto una offerta più favorevole rispetto a quanto si stimava di poter raccogliere in borsa.

Fino ad ora l’IPO aveva interessato circa 2.500 soggetti privati, che hanno acquisito il diritto al ritiro di un certo numero di azioni e che saranno rimborsati. Ma a far cambiare idea al governo è anche il fatto che le azioni viaggiavano su un prezzo che portava il conteggio totale della partecipazione a circa 750 milioni di euro, la soglia inferiore ipotizzata per la vendita, contro un potenziale incasso di circa 1 miliardo.

Secondo Bloomberg l’investitore misterioso sarebbe l’attuale socio di maggioranza Deutsche Telekom, che nonostante un diritto di prelazione fino ad ora non aveva mostrato interesse per l’acquisto dell’intera società. Mentre il quotidiano economico Hospodarske Noviny ha scritto oggi che l’offerta ricevuta dal governo per l’acquisto della sua quota è pari a 850 milioni di euro.

Il ricavato dalla vendita di ST potrebbe essere in parte usato per comprare la maggioranza della società elettrica Slovenske Elektrarne dal gruppo Enel.

(Red)

Foto zero_data CC-NC-ND 2,0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.