Migranti: 38 milioni di sfollati interni nel 2014. Mai così tanti nel mondo

rifugiati-sfollati-siria_(sgviews CC-BY)

Il rapporto “Global Overview 2015 People internally displaced by conflict and violence”, pubblicato  di Internal Displacement Monitoring Centre  (Idmc) e Norwegian Refugee Council (Nrc), spiega che il numero  di persone sfollate all’interno dei loro stessi Paesi (Internally displaced persons – Idp) a causa dei conflitti e delle violenze «È letteralmente esploso, raggiungendo 38 milioni, l’equivalente delle popolazioni di Londra, New York e Pechino messe insieme», 4,7 milioni più che nel 2013, il 15% in più sul totale degli sfollati.

Iraq, Sud Sudan, Siria, Repubblica democratica del Congo (Rdc) e Nigeria da soli totalizzano il 60%dei nuovi sfollati. I civili irakeni sono stati quelli che hanno pagato il tributo più pesante: 2,2 milioni di persone hanno  dovuto scappate dalle loro case. Almenno 7,6 milioni di siriani  (circa il 40 % della popolazione della Siria)  sono sfollati, si tratta della cifra più elavata mai registrata a livello mondiale in un singolo Paese. In Nigeria la campagna di terrore scatenata dagli islamisti di Boko Haram per prendere il controllo del territorio ed imporre la legge islamica nel nord-est del Paese ha costretto alla fuga centinaia di migliaia di civili. In Sud Sudan i sanguinosi combattimenti tra le fazioni tribali/politiche hanno costretto alla fuga 1,3 milioni  di persone. La violenza nella Rdc orientale ha fatto un altro milione di profughi interni.

Continua su GreenReport.it.

Foto campo rifugiati in Siria 2014 (Sharnoff’s Global Views CC-BY 2.0)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google