Un nuovo muro a Michalovce per proteggersi dai Rom

Circa 60 famiglie del quartiere est della città di Michalovce (regione di Kosice) hanno contribuito a costruire un muro di cemento per separarli da un insediamento di Rom, scrive oggi il quotidiano SME. Il muro, di 25 metri di lunghezza, è costato 3.000 euro, impedisce ai Rom di raggiungere il centro città passando per le proprietà private. I locali sostengono che i Rom hanno scaricato rifiuti e persino defecato sulle loro proprietà. Hanno inoltre danneggiato le facciate dei loro condomini.

Il nuovo muro in realtà ne segue un altro che era stato costruito dalle autorità locali sei mesi fa. Il Consiglio comunale difese il primo muro puntando sulla necessità di riduzione del rumore, sostenendo allo stesso tempo che poteva essere utilizzato anche per giocare a tennis e squash. La barriera, che ora è lunga 500 metri in totale, impedisce ai Rom di utilizzare un prato come scorciatoia per il centro città.
Il Primo Ministro slovacco Iveta Radicova ha detto che vede il nuovo muro come un tentativo da parte delle persone di difendere se stessi e le proprie proprietà. «Ma questa non è una soluzione. Ogni parete può essere violata», ha osservato. «A noi sembra il Muro di Berlino. Quello di Berlino lo hanno tirato giù, ma questo non sta per essere abbattuto», ha detto Robert Ridaj dell‘insediamento Rom.

(Fonte SME)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google