Ungheria, Orban: “Ripristinare la pena di morte”

Orban a Bratislava

Da BUDAPEST – Il ripristino della pena di morte dovrebbe entrare nell’agenda del governo ungherese. Lo ha dichiarato il primo ministro Viktor Orbán il 28 aprile, durante una conferenza stampa a Pécs, dopo aver esaltato l’impegno del governo verso la città dell’Ungheria meridionale. La possibilità è stata ventilata dal politico mentre rispondeva ad una domanda su un recente fatto di cronaca, un assassinio, e non poteva che catalizzare l’attenzione della stampa di tutto il mondo. Arrivando addirittura a scatenare quella che sarebbe stata solo una fantasia del Guardian, che ha fatto incetta di lettori con un titolo scioccante, ma che salta a conclusioni affrettate.

Una comunicazione insomma che come al solito non teme le polemiche e il calo dei consensi sperimentato in questi mesi dal partito del primo ministro conservatore, la Fidesz. Probabile che non fosse nelle sue intenzioni “lanciare un dibattito sulla pena di morte”, come invece hanno scritto in molti, anche tra le file dell’UE, ma il numero uno del governo ungherese ci è riuscito lo stesso. Ancora una volta.

Leggi su EastJournal.net.

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.