Allarme UNHCR: nel 2014 record di rifugiati, non accadeva da 22 anni

unhcr-rifugiati_(brqnetwork-5510816270) onu umanit

Un rapporto dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) mostra che le guerre in Siria e in Iraq, insieme a conflitti armati, violazioni dei diritti umani e deterioramento delle condizioni di sicurezza e umanitarie in altri Paesi, hanno portato lo scorso anno a raggiungere il record di domande d’asilo nei Paesi industrializzati degli ultimi 22 anni.

Il rapporto UNHCR Asylum Trends 2014 stima 866 mila nuove domande d’asilo presentate nei Paesi occidentali, numero che indica un aumento del 45% rispetto al 2013 ed è il più alto dal 1992, quando iniziò il conflitto in Bosnia-Erzegovina.

Come ha ricordato l’Alto commissario Onu per i Rifugiati, António Guterres, «Nel 1990 le guerre balcaniche hanno provocato centinaia di migliaia di rifugiati e richiedenti asilo», molti dei quali «hanno trovato rifugio nei paesi industrializzati dell’Europa, del Nord America e altrove. Oggi, l’ondata di conflitti armati nel mondo presenta per noi sfide simili, in particolare se pensiamo alla drammatica situazione della Siria. Oggi la nostra risposta deve essere generosa quanto lo è stata allora, garantendo accesso all’asilo, opportunità di reinsediamento e altre forme di protezione per le persone che fuggono da questi terribili conflitti».

Il gruppo più consistente di richiedenti asilo è composto da siriano (quasi 150.000), seguiti a grande distanza da iracheni (68.700), raddoppiati rispetto al 2013, e poi gli afghani (quasi 60.000), i serbi (e kosovari) e gli eritrei. La Germania è il Paese che ha ricevuto il maggior numero di richieste di asilo (oltre 173.000), un quarto delle quali da cittadini siriani, davanti a Stati Uniti (121.200), soprattutto dal Messico e America centrale. La Turchia, che a fine 2014 ospitava oltre 1,5 milioni di rifugiati siriani, ha ricevuto 87.800 nuove domande, soprattutto di iracheni, la Svezia 75.100 domande, di siriani ed eritrei in particolare, e al’Italia sono arrivate 63.700 nuove domande nel 2014, il più alto numero mai registrato, soprattutto da Mali, Nigeria e Gambia. Questi cinque paesi hanno ricevuto il 60% di tutte le domande di accoglienza del 2014.

Nel frattempo la Federazione russa, che per ragioni metodologiche non è compresa in questo rapporto, ha ricevuto durante il 2014 circa 265.400 domande di asilo temporaneo e 5.800 richieste di status di rifugiato da parte di cittadini ucraini.

Alla fine del 2013 in tutto il mondo erano 51,2 milioni i migranti forzati a causa di persecuzioni, conflitti, violenza generalizzata o violazioni dei diritti umani. Tra di essi c’erano circa 16,7 milioni di rifugiati e 33,3 milioni di sfollati interni. I richiedenti asilo erano circa 1,2 milioni.

(Red, fonte Aise)

Foto Brqnetwork CC-BY

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google