Commemorato l’anniversario della Manifestazione delle Candele del 1988

Ieri pomeriggio su Piazza Hviezdoslav a Bratislava, e in seguito presso la Cattedrale di San Martino, è stato commemorato il 27esimo anniversario della Manifestazione delle Candele, la marcia silenziosa dei cattolici che la sera del 25 marzo 1988 sfidarono il regime comunista solo pregando e accendendo candele.

Ci sono diverse voci che sostengono ancora oggi che quella manifestazione segnò l’inizio della fine per il governo comunista, in quanto si trattò di uno dei più importanti atti pubblici di resistenza del tempo. Di fatto si trattò della protesta più considerevole dai tempi della Primavera di Praga di venti anni prima.

manifestazione-delle-candele (foto_bratislavskenoviny.sk)

La manifestazione fu organizzata per chiedere libertà religiosa e rispetto dei diritti umani per le comunità cattoliche perseguitate. Circa 2.000 persone si radunarono sulla piazza, e altre migliaia avrebbero occupato le strade adiacenti.

Sebbene la protesta fosse del tutto pacifica, accompagnata solo da canti religiosi, lo Stato reagì con violenza e fece sgomberare l’area dalla polizia con manganelli e cannoni ad acqua. Diversi manifestanti furono arrestati e interrogati.

La rappresaglia arrivò oltre cortina attraverso le trasmissioni della BBC, di Voice of America, di Radio Free Europe e della Radio Vaticana. La versione ufficiale dell’evento, scritta nel rapporto governativo cecoslovacco, parlò di un tentativo malriuscito di alcuni individui di sfruttare le credenze religiose degli altri.

manifestazione delle candele, 25-3-1988

Alla manifestazione di ieri ha partecipato anche il Presidente della Repubblica Andrej Kiska, insieme a diversi noti personaggi politici dell’area cristiana (il leader KDH Jan Figel, la vice presidente del Parlamento Erika Jurinova di OLaNO, l’ex capo e fondatore di KDH Jan Carnogursky), e l’arcivescovo di Bratislava Stanislav Zvolensky.

Tutti i partecipanti hanno potuto accendere la loro candela presso il memoriale marmoreo dedicato all’evento, che si trova nella zona alberata a lato del Teatro Nazionale.

Il Presidente Kiska ha preso la parola per sottolineare che la dimostrazione delle candele è stata una delle proteste più significative contro il regime comunista in Cecoslovacchia. Kiska ha detto che due parole gli sovvengono quando pensa a tale manifestazione: libertà e coraggio. La libertà era il desiderio delle migliaia di persone che hanno partecipato in quel marzo 1988, dimostrando un grande coraggio perché era prevedibile che avrebbero subito l’attacco delle autorità, senza sapere che la cortina di ferro sarebbe crollata appena 20 mesi dopo.

Il Sindaco della capitale Ivo Nesrovnal ha voluto esprimere il suo grande rispetto per chi allora partecipò alla protesta. «È anche grazie a questa manifestazione che abbiamo potuto arrivare a vedere una società libera», ha detto.

(La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google