Europa Centro-Orientale: la presenza di aziende italiane

russia-europa_(duncan_478986989@flickr)

Lo scenario macroeconomico della regione dell’Europa Centro Orientale (CEE) è in evoluzione, con performance economiche molto differenziate tra i diversi paesi come mai lo erano state in precedenza. L’area dell’Europa Centrale – in particolare Polonia, Repubblica Ceca e Slovacchia – mostra le migliori performance con solide strutture economiche e spesa pubblica e debito sotto controllo. Ma anche Estonia, Lettonia, Lituania – i paesi Baltici –presentano una crescita, seppure più sostenuta. I paesi dei Balcani Occidentali, invece, appaiono maggiormente in difficoltà, con la Croazia e la Serbia che sono state in recessione nel 2014 e la Bosnia-Erzegovina a crescita zero, mentre la Slovenia affronta la ristrutturazione del settore bancario.

Infine la Russia è in sensibile rallentamento. Le sanzioni, i prezzi del petrolio in caduta libera ed il crollo del rublo fanno sì che l’economia russa, a crescita vicina allo zero nel 2014, sarà in recessione nel 2015, anche per via di un ulteriore calo degli investimenti.

Vedi sul sito di East il rapporto completo UniCredit: Le imprese italiane in Europa Centro Orientale.

Foto Duncan CC-BY-NC

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.