Analisti non concordano con l’inglese dal primo anno di scuola

Le lezioni obbligatorie di lingua inglese che il Ministero dell’Educazione sta progettando di introdurre già dal primo anno della scuola primaria da Settembre 2011 potrebbe comportare più rischi che benefici, hanno dichiarato alcuni esperti contattati da TASR. Zuzana Humajova-Zimenova dell’Istituto  M.R. Stefanik ricorda che non è ancora chiaro se ci saranno abbastanza insegnanti disponibili e quale sarà la qualità del loro insegnamento.

Il Ministero propone di supplire alla carenza di insegnanti qualificati di lingua inglese alleggerendone i criteri di selezione per un periodo temporaneo. Il settore dell’istruzione slovacca include già docenti che insegnano 1.160 corsi di lingua senza le qualifiche per farlo.

Il Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione Jaroslav Ivanco ha detto che la misura non dovrebbe ricordare le classi obbligatorie in lingua russa dell’era comunista. «L’inglese è uno strumento fondamentale per un giovane d’oggi, è per questo che lo spingeremo» ha detto.

Lo Psicologo Miron Zelina, già consigliere del Ministero, ha osservato che pur buona l’intenzione, non è sicuro che il personale attuale sia adeguato al progetto.

(Fonte TASR)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google