Pensioni: fino a giugno possibile uscire dal secondo pilastro, campagna del Min.Lavoro

pensione_(safari-vacation_6354133627@flicr_CC)

Da pochi giorni e fino al 15 giugno i risparmiatori slovacchi avranno la possibilità di uscire dal secondo pilastro pensionistico (quello privato), approfittando di una modifica legislativa approvata recentemente dal Parlamento su iniziativa del governo. L’esecutivo spiega la ragione di tale azione con il fatto di avere constatato che i primi risparmiatori che sono andati in pensione con i fondi del secondo pilastro hanno delle pensioni inferiori a quelle che avrebbero se non avessero mai sottoscritto il piano pensionistico.

Il Ministero del Lavoro, Affari sociali e Famiglia invita i lavoratori «con un reddito fino al salario medio» (si tratta di circa 800 euro – ndr) ad uscire dal programma di risparmio, «indipendentemente dalla loro età». Lo stesso fa anche con i lavoratori over 45 che ricevono uno stipendio maggiore del salario medio, e avvisa i giovani a pensarci bene prima di aderire.

Il ministero vorrebbe che almeno un milione di persone sfrutti la possibilità di lasciare i fondi pensione del pilastro privato, ma se così fosse rimarrebbe solo un mezzo milione di risparmiatori ad aderire al programma.

La discussione sui vantaggi o meno di lasciare il pilastro stanno coinvolgendo tutto lo spettro politico e vaste parti dell’opinione pubblica. Secondo l’Associazione delle compagnie dei fondi pensione (ADSS) spiega che il sistema basato su due pilastri intende distribuire i rischi e del risparmio pensionistico e dovrebbe garantire il vantaggio del primo pilastro – il principio di solidarietà e generose sovvenzioni statali – con i punti di forza del secondo pilastro come la possibilità di ereditare il denaro risparmiato. Inoltre, limitarsi a lasciare i contributi pensionistici solo sul primo pilastro comporta dei rischi dovuti alla crescente denatalità e invecchiamento della popolazione, e, in prospettiva, a una possibile insostenibilità del sistema pubblico.

Questa è la quarta volta che il governo apre il secondo pilastro pensionistico. Giù 260.000 persone hanno lasciato il programma durante le tre precedenti occasioni.

Nel frattempo, la legge in corso di approvazione in Parlamento sulla pensione minima sta facendo infuriare l’opposizione. Secondo loro, il governo di Fico vuole punire i pensionati per la loro partecipazione al secondo pilastro tagliando loro la pensione minima, che, dicono, sarà decurtata dei prelievi versati nei fondi pensionistici del secondo pilastro privato. Alcuni parlamentari di opposizione hanno già promesso di opporsi al provvedimento, e hanno detto di essere pronti a ricorrere in Corte costituzionale. Secondo loro Fico ha messo sul tavolo questa legge per costringere i risparmiatori a lasciare il programma del secondo pilastro.

(La Redazione, Fonte RSI)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google