Uno slovacco su cinque troppo qualificato per il lavoro che fa

Circa uno slovacco su cinque ha qualifiche più elevate di quanto richiesto per il suo lavoro di ogni giorno, una situazione che riguarda molti laureati delle università slovacche che hanno scelto un tipo di studio non tra i principali richiesti dai datori di lavoro nel Paese. A dirlo è l’analista Eva Sadovska di Postova Banka, che ha realizzato un’analisi su dati dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) del 2012 resi noti la scorsa settimana.

Chi è troppo qualificato ed ha attualmente un tipo di lavoro di minor qualificazione ha difficoltà a cercare un nuovo lavoro, ricerca naturalmente aggravata dall’alto tasso di disoccupazione vigente in Slovacchia. Molte persone che vogliono lavorare finiscono per accettare un lavoro inferiore alle loro aspettative, scrive la Sadovska nel rapporto. Ma è il sistema educativo che crea questa situazione per non essere sufficientemente integrato con il mercato del lavoro e le richieste delle imprese. Ogni anno ci sono nuovi laureati che entrano nel mercato del lavoro, la cui qualifica è tuttavia diversa dalle esigenze delle aziende. Dei 24 paesi inclusi nello studio, la Slovacchia non ha tuttavia la quantità maggiore di persone con sovra qualifica per il lavoro che svolgono. Fanno peggio, infatti, Giappone, Regno Unito, Australia e Irlanda. L’Italia e i Paesi Bassi, dall’altro lato, hanno il problema opposto.

(Fonte RSI)

Foto liz west@Flickr

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.