Fuga di cervelli: prorogati fino al 2017 gli incentivi fiscali per il rientro

viaggiatore (daquellamanera@flickr)

Con il via libera del Senato è stato recentemente convertito il decreto “Milleproroghe 2015″ già approvato alla Camera, che diventa la Legge n. 11 del 27 febbraio 2015. Il provvedimento, tra le altre cose, dispone la proroga fino al 31 dicembre 2017 degli incentivi fiscali per il rientro dei cervelli in fuga. Si tratta di incentivi in favore dei cittadini dell’Unione Europea che hanno risieduto continuativamente per almeno 24 mesi in Italia, che studiano, lavorano o che hanno conseguito una specializzazione post lauream all’estero e rientrano in Italia per svolgere attività di lavoro dipendente, autonomo o attività d’impresa. Per essi i redditi di lavoro dipendente, d’impresa e di lavoro autonomo concorrono alla formazione della base imponibile ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) in misura pari al 20% per le lavoratrici ed al 30% per i lavoratori.

(Red)

Foto Daniel Lobo CC-BY

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.