Non ci sono fondi, l’istruzione slovacca dovrà attendere

Le grandi promesse sui miglioramenti del livello dell’istruzione slovacca devono essere messi da parte perché il Governo non ha soldi da dedicarvi al momento. Il Ministero delle Finanze ha stanziato per il Ministero dell’Educazione 260milioni di euro in meno per l’anno prossimo, il che significa che il Ministro Eugen Jurzyca (SDKU-DS) dovrà fare alcuni tagli drastici. Ha promesso però di non toccare gli stipendi degli insegnanti.

«Stiamo ora preparando il bilancio, è troppo presto per dire dove stiamo andando a tagliare. È una somma importante e non sarà facile. Cercheremo di tagliare dove possiamo. .. Prenderemo in considerazione anche le riduzioni di personale», ha detto Jurzyca.

Gli analisti dicono che non si hanno ancora abbastanza informazioni per poter formulare osservazioni sui piani di Jurzyca, ma l’analista Jan Marusinec del think-tank MESA 10 concorda sul fatto che ci sono settori in cui i risparmi potrebbero essere di grandi dimensioni. Il Ministero, per esempio, non ha bisogno di contribuire al finanziamento di un nuovo stadio di calcio nazionale a Bratislava, nonostante il precedente Governo avesse stanziato per lo stadio anche fondi del Ministero dell’Educazione e Sport.

L’ex Ministro dell’Istruzione, Jan Mikolaj (SNS) crede che i tagli potranno mordere duro, e andare a scapito di scienza e ricerca, cosa che nessun Governo responsabile dovrebbe permettere. Secondo lui, l’educazione è l’ultimo dei settori nei quali risparmiare.

(Fonte Pravda)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.