Praga geniale: al ‘jukebox’ non canzoni, ma poesie!

Praga, Kozba e il suo Poesiomat (da Facebook.com_ondrej.kobza.54)

L’idea è di un proprietario di caffè non nuovo a innovazioni “sociali”, ma per il mondo reale, non per il web: si schiaccia il pulsante e si ascolta una poesia. Niente canzoni, solo poesie. È ora in funzione a Praga, ma c’è l’intenzione di portarlo anche altrove, in primavera potrebbe arrivare a Bratislava, come a Berlino e Kiev. Ondrej Kobza, questo il suo nome, era già conosciuto in città per l’dea di mettere pianoforti e tavolini da scacchi in luoghi pubblici della città. Nel nuovo “Poesiomat” su Piazza della Pace (Namesti Miru), scrive Ansa, sono a disposizione versi di venti noti autori cechi. Tra i più gettonati Jaroslav Seifert e Egon Bondy, rappresentanti dell’underground del secolo scorso.

I pianoforti sono stati un’idea brillante: installati in trenta città dal 2013, hanno avuto un enorme successo grazie anche ai social media (sono apparsi anche in Slovacchia lo scorso anno). «Non sono tante le idee che invitano la gente di tutte le generazioni ad incontrarsi nello spazio pubblico», ha detto Kozba, soddisfatto perché le sue «funzionano». Vedi il pezzo sul sito dell’Ansa.

(La Redazione)

Foto: Praga, Kozba e il suo Poesiomat (da Facebook.com_ondrej.kobza.54)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.