Eastring, il nuovo gasdotto slovacco in funzione entro il 2018

Eastring gasdotto

Il nuovo gasdotto Eastring annunciato poche settimane fa da Eustream, società di gestione della rete del gas slovacca, dovrebbe iniziare le operazioni commerciali entro la fine del 2018. Lo dice un documento del Ministero dell’Economia slovacco, discusso alla riunione del governo oggi 4 marzo.

Il gasdotto avrà una capacità di 20 miliardi di metri cubi nella prima fase del progetto, per arrivare in seguito fino a 40 miliardi di metri cubi attraverso una rete di tubazioni lunga – a seconda della decisione finale del percorso – tra 744 e 1.015 km, per un costo globale della sola prima fase fino a un massimo di 1 miliardo e 520 milioni di euro.

Eastring è nato come alternativa al gasdotto South Stream recentemente annullato dalla Russia, e dovrebbe garantire in futuro le importazioni di gas verso l’Europa e i Balcani da fonti alternative come la zona del Mar Nero, la regione del Mar Caspio, il Medio Oriente, e il potenziale hub turco. Il suo principale intento è di collegare le esistenti infrastrutture del gas tra Slovacchia, Romania e Bulgaria, creando un corridoio bidirezionale per il gas, dando maggior sicurezza al fabbisogno di gas dell’Europa centro-meridionale. La interconnessione in Slovacchia sarà basata presso la centrale di compressione di Velke Kapusany, vicino al confine con l’Ucraina

(La Redazione)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.