Bratislava, vicina la verità su uno spettacolare omicidio di mafia del 1995

Vladimir-Danis_6-7-1995_foto_bratislavskenoviny.sk mafia tutiL’omicidio di Vladimir Danis (noto anche come ‘Tuti’), uno dei primi mafiosi a Bratislava e, si crede, vero pioniere del racket degli imprenditori che fu ucciso insieme al fratello Jozef (‘Papas’) nell’esplosione della sua auto il 6 luglio 1995 davanti al Ministero delle Finanze, potrebbe trovare presto soluzione. Ad uccidere Tuti, secondo l’attuale stato delle indagini, dovrebbe essere stato ‘Kybel’ (Secchio), il noto boss Robert Sykora della banda omonima, oggi ancora in contumacia. Chi arrivò per primo sul luogo dell’esplosione trovò pezzi di carne e sangue a decine di metri di distanza.

Tuti, che era attivo già da sei anni quando fu ucciso (praticamente dalla caduta del muro), era conosciuto per i suoi metodi brutali per il controllo del territorio e si era fatto molti nemici, sia tra le vittime (gli imprenditori, proprietari di bar e ristoranti) che dai suoi concorrenti della malavita. Aveva preso lo stile dalla mafia italiana, e indossava regolarmente cappello a falde e cappotto lungo. Ma la polizia, ricorda il sito aktualne,sk, non aveva modo di incastrarlo perché tutti i possibili testimoni erano terrorizzati. Secondo un testimone, ex centralinista dell’hotel Kyiev (in Kamenne Namestie, nel centro di Bratislava) era solito mostrare al personale dell’hotel delle bombe a mano, e diceva che non avrebbe esitato ad usarle. Era pure il terrore dei tassisti: non pagava mai le corse – per principio, diceva – e in genere prima di scendere li rapinava.

Gente come Tuti ebbe gioco facile alla caduta del comunismo: il sito Cas.sk ricorda che allora molti poliziotti erano corrotti, o facili da corrompere, e i funzionari più in alto non avevano reale potere oppure erano dei totali incompetenti nel combattere un tipo di criminalità ancora sconosciuta nel paese. A quel tempo, poco dopo la Rivoluzione di velluto, la polizia ricevette addestramento dall’FBI proprio allo scopo di prevenire la strabordare della criminalità organizzata, ma secondo una fonte della polizia, quelle persone che furono addestrate furono anche licenziate poco dopo, inficiando l’intera operazione.

Pare che alla notizia della morte di Tuti (a 39 anni), scrive Tasr, molte vittime abbiano festeggiato aprendo bottiglie di champagne.

(Red)

Foto: Bratislavske Noviny

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google