Ján Kubiš è Rappresentante speciale ONU per l’Iraq. Fico: abbiamo diplomatici di spessore

jan-kubis_(unisgeneva 4885398768)

Come annunciato lunedì, il diplomatico slovacco Ján Kubiš è stato nominato Rappresentante speciale dell’ONU per l’Iraq e capo della missione UNAMI. La nomina è stata confermata dal segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon, con l’approvazione del Consiglio di sicurezza.

Si tratta, ha detto Kubiš all’agenzia Tasr, di «una delle operazioni più importanti e complesse della comunità internazionale, che comprende aspetti politici, di sicurezza, economici, di sviluppo, diritti umani e progetti umanitari». Ha per teatro un contesto estremamente instabile in una regione che è parte della lotta contro il terrorismo internazionale, ha detto. Per lui, questo è un compito di grande onore ed enorme responsabilità

Lo slovacco, che oggi è a Khabul dove, sempre in ambito ONU, svolge dal 2012 il compito di Rappresentante speciale e capo della missione di assistenza delle Nazioni Unite in Afghanistan (UNAMA). Andrà a sostituire il bulgaro Nickolay Mladenov, che viene promosso a capo dell’unità regionale dell’ONU. Non è ancora stata specificata la fata del ricambio, ma si presume sarà entro la fine di marzo.

«Kubiš porta con sé diversi anni di esperienza nella diplomazia, politica estera e di sicurezza e relazioni economiche internazionali sia a livello internazionale, sia nel suo paese», ha sottolineato il portavoce di Ban, Stephane Dujarric secondo quanto riporta Adnkronos.

Unanimemente complimentosi i commenti dalla Slovacchia. Il Ministero degli Affari esteri ed Europei, dove Kubiš è stato ministro per un periodo nel primo governo Fico (2006-2008), ha fatto sapere che la sua nomina è una conferma delle sua qualità di uomo e diplomatico, e gli fa gli auguri di poter contribuire a trovare una soluzione della situazione in questo paese in guerra ormai da tredici anni.

Anche il Primo ministro slovacco Robert Fico si è congratulato con lui, e ha detto che la Slovacchia può vantare eccellenti diplomatici, ricordando tra gli altri il Presidente della Corte internazionale di giustizia dell’Aia Peter Tomka, eletto la prima volta in tale importante organismo dodici anni fa dopo alcuni anni di carriera in diplomazia.

Kubiš e il suo successore Miroslav Lajčak sono entrambi tra i papabili a sostituire l’anno prossimo il segretario generale uscente dell’ONU Ki-moon. Richiesto di un commento, Fico ha detto ai media di continuare a pensare che se Lajčak desidera candidarsi a importanti incarichi internazionali avrà il pieno sostegno del governo. Insomma, tanto per essere chiari, ha specificato, se ci sono situazioni che lo richiedono, «Miroslav Lajčak è certamente il nostro candidato».

(La Redazione, Fonte Tasr e altre)

Foto UN Geneva CC-BY-NC-ND 2.0

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

gennaio: 2018
L M M G V S D
« Dic    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google