Le tigri dell’export. Slovacchia davanti a tutte

Le economie dell’est sono trainate dalle esportazioni e la Slovacchia è il paese dove la loro influenza sul Pil è maggiore. Il nostro grafico.

Questo grafico mostra quanto già noto: vale a dire che le economie dell’Est sono fortemente export-oriented. Ma il colpo d’occhio sull’istogramma rafforza questo dato, già di suo notevole. Pochi infatti sono i paesi che restano sotto la media europea. Qualcuno, addirittura, la doppia.

Grafico export di beni e servizi

 export_ue-cee

Il primato, come paese esportatore, spetta alla Slovacchia. Oltre il 90% del suo Pil dipende proprio da quanto viene venduto sui mercati internazionali. Seguono Ungheria, Estonia, Repubblica ceca e Lituania, a conferma che Europa centrale e area baltica sono il quadrante d’Europa dove il rapporto tra export e dinamismo economico è più strettamente legato.

Non c’è altro da spiegare. Se mai si tratta di ricordare. Ricordare che la forza dell’export dell’Europa centro-orientale e sud-orientale è una conseguenza diretta della rivoluzione avvenuta nel corso dell’ultimo quarto di secolo. Si è registrato, in questo arco di tempo, un fenomeno che ha visto l’Ovest spostare a Est tantissimi segmenti di produzione. A volte si è trattato di delocalizzazione, altre di investimenti. In ogni caso il senso di marcia della storia è molto chiaro. Oggi l’Est ha assorbito molte fasi di produzione dell’Ovest.

Questo, a ogni modo, non significa che i paesi europei di più recente ingresso, quelli che aspirano all’adesione e quelli che non nutrono quest’ambizione, ma sono parte dello spazio economico europeo, siano solamente delle grandi officine. Anche questo va ricordato.

(Fonte Rassegna Est)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*