Elicotteri Sikorsky: Usa approva vendita a Slovacchia, prezzo stimato schizza del 30%

sikorsky-blackhawk-uh-60_(fortraggnc 15768396323)

Il costo degli elicotteri militari americani Sikorsky Black Hawk che il Ministero della Difesa slovacco era interessato ad acquistare sarebbe decisamente più caro del previsto. Appena il mese scorso il governo americano aveva confermato di voler offrire a condizioni speciali gli elicotteri al ministro Martin Glvac nel corso di una sua visita negli Stati Uniti. Per arrivare a tali condizioni, la vendita sarebbe stata effettuata tramite un fondo apposito, lo US Foreign Military Sales fund.

Proprio la scorsa settimana il Dipartimento di Stato americano ha autorizzato la vendita alla Slovacchia di 9 UH-60M Black Hawk, che andrebbero a rimpiazzare la flotta di 14 Mi-17 sovietici ormai a fine vita operativa. Prossimo passaggio è l’approvazione da parte del Congresso, e poi i due governi andrebbero ad aprire i negoziati veri e propri. Ma il costo stimato per la vendita, che a gennaio era stato annunciato nell’ordine di circa 348 milioni di dollari, ora sarebbe schizzato a 450 milioni, pari a circa 395 milioni di euro, un aumento di quasi un terzo difficilmente digeribile dalle finanze del ministero slovacco.

Sono parte del costo, oltre agli elicotteri, tutta una serie di dotazioni, munizioni, apparecchiature, garanzia, formazione del personale e assistenza per l’utilizzo tattico degli aeromobili da parte delle Forze Armate slovacche. La portavoce del dicastero guidato dal ministro Glvac, tuttavia, ha detto, richiesta dai media, che in realtà il prezzo finale sarà determinato dai negoziati. In Slovacchia l’acquisto dovrà poi essere approvato dal Consiglio di sicurezza e poi dal governo.

La vendita degli elicotteri UH-60 aiuterà, si legge nel comunicato della Defense Security Cooperation Agency, a rafforzare la capacità della Slovacchia, membro Nato, di pattugliare la frontiera, di avere unità aeree da utilizzare per azioni di reazione rapida, e di sfruttare i mezzi anche per emergenze, antincendio, e nella lotta al terrorismo.

Secondo i piani del ministero, gli Mi-17 saranno da sostituire in due fasi nel giro dei prossimi sei anni.

 

 


(La Redazione)

Foto Fort Bragg CC-BY-ND 2.0

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.