Niente sfiducia per Pavlis, che rimane ministro

PavolPavlis_(foto_MHSR_economy.gov.sk)

Il Ministro dell’Economia Pavol Pavlis ha passato indenne un voto di fiducia chiesto dalle opposizioni ieri in Parlamento. Solo 50 dei 128 deputati presenti, dopo una seduta durata oltre otto ore, hanno infatti votato per il suo licenziamento. I partiti di opposizione volevano cacciare Pavlis per un presunto conflitto di interessi (vedi), ma anche per aver concesso fondi pubblici per ben 58 milioni quali aiuti a un investimento della società chimica Duslo Sala, considerato esorbitante

Pavlis ha detto che il suo conflitto di interessi è tutto una montatura. Lui è in possesso di una analisi giuridica, ha detto, che dimostra il contrario. Questo caso si trascina da 13 anni. «Se avessi un conflitto di interessi […] credete che non sarebbe stato risolto prima?», ha chiesto retoricamente all’aula.

Pur amareggiato per la richiesta di sfiducia, Pavlis ha comunque mostrato soddisfazione per il fatto che l’opposizione non ha sollevato obiezioni sul suo operato come ministro, come firmare un contratto troppo caro o svantaggioso per lo Stato.

(Red)

Foto vlada.gov.sk

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

gennaio: 2018
L M M G V S D
« Dic    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google