Dova va l’UE? Finirà come la Jugoslavia o l’Urss?

ue_(peter_from_wellington_8168563540@flickr_CC-BY-NC-ND)

Disuguaglianze, estremismo e intolleranza sono in forte aumento e minacciano le fondamenta stesse dell’integrazione europea: così scrive John Feffer su Le Monde diplomatique. Feffer, direttore di Foreign Policy in Focus, lancia il monito che l’Unione europea “potrebbe seguire l’Unione Sovietica e la Jugoslavia nella discarica dei federalismi falliti”, qualora dovesse soccombere agli istinti separatisti che al momento stanno scuotendo il continente.

Feffer sostiene che dopo la Guerra fredda l’Europa avrebbe avuto successo là dove le grandi potenze avevano fallito, avrebbe fornito un modello di coesione sociale, di crescita con un’equa ripartizione degli utili e di rispetto della legalità. Anche se l’Ue ha ottenuto molto da allora, il suo mix un tempo prevalente di liberalismo di mercato e di integrazione regionale ha alimentato una forte opposizione. Per Feffer, l’Europa ormai si ritrova in un’epoca di estremi, e ciò in teoria potrebbe avere conseguenze di ampia portata.

Prosegui la lettura su Voxeurop.eu

Foto peter_from_wellington CC-BY-NC-ND

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*