Nella dieta dei Neanderthal slovacchi cavalli selvaggi e altri grandi animali

bojnice-neanderthal-paleontol_(da video TVnoviny.sk)

Ritrovamenti di ossa di cavalli selvaggi nella Slovacchia centrale, risalenti a più di 40.000 anni fa, hanno mostrato che questi animali erano una primaria fonte di cibo per gli uomini di Neanderthal della regione. Ricercatori dell’Università Comenius di Bratislava hanno studiato allo scopo oltre 11.500 ossa di animali, frammenti e denti lasciati dagli uomini di Neanderthal nella zona della grotta Prepoštská a Bojnice (regione di Trencin). La grotta era la base di uno dei più importanti insediamenti neolitici della Slovacchia, nell’alta valle del fiume Nitra. Al di sopra della vasta sporgenza che ospita la grotta (di 8 metri di lunghezza) sorge ora il castello di Bojnice.

La grotta aveva un utilizzo di breve termine e probabilmente, in assenza degli umani, serviva anche da tana per iene e lupi. Sono state infatti trovate ossa rosicchiate da dentature compatibili con tali animali.

Lo studio è stato messo in campo da paleontologi della Facoltà di Scienze Naturali della Comenius per fare nuova luce sulle abitudini alimentari degli uomini di Neanderthal che vivevano nella zona. Si è scoperto che la loro dieta era composta principalmente di carne di cavallo selvaggio (Equus cf. Germanicus), rinoceronte lanoso (Coelodonta antiquitatis), bisonte (Bison priscus), uro (Bos primigenius), una grande specie di cervo (Megaloceros giganteus), renna (Rangifer tarandus) e, raramente, mammut lanoso (Mammuthus primigenius). Sono stati inoltre trovati resti di leone delle caverne (Panthera spelaea) e orso (Ursus sp.), come di animanli più ‘comuni’: tassi, lepri, roditori, uccelli, serpenti e rane. Ma non solo carne, essi si cibavano naturalmente anche di radici, piante e frutti.

bojnice-neanderthal-dieta_(da video TVnoviny.sk)

Si è poi scoperto che i neandertaliani raschiavano la carne dalle ossa e rompevano quelle dei grandi animali per estrarne il midollo osseo, e ritrovamenti di ossa bruciate mostrerebbero l’uso della cottura delle carni. Questo tipo di scoperte porta a indicare che la popolazione locale era dedicata alla caccia in modo organizzato.

(Fonte cvtisir.sk)

Foto: uniba.sk

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.