PKO, l’investitore Henbury minaccia il comune di Bratislava

PKO

La società di sviluppo immobiliare Henbury Development ha posto un ultimatum al comune di Bratislava. La società, che possiede il terreno sulla riva sinistra del Danubio su cui è sito il centro culturale PKO ha deciso di recedere dal contratto con la città se quest’ultima non ottempera a tutti i suoi obblighi contrattuali. Sul terreno dovrebbe sorgere un progetto immobiliare chiamato Riverside City, al posto del vecchio PKO (Park kultury a oddichu) in via di demolizione. Sarebbe proprio questa la questione dirimente per l’investitore: la città non adempie al contratto sulla demolizione del centro, che quando venne annunciata provocò forti proteste di numerosi attivisti, politici e personalità della cultura.

Henbury Development ha dato tempo agli amministratori cittadini fino alla fine di marzo per rinverdire l’accordo. Se tale data non verrà rispettata, la società porterà il comune in tribunale con la richiesta di un risarcimento per “danni reali, perdita di profitti e arricchimento senza causa”.

Dall’ufficio del nuovo sindaco Ivo Nesrovnal, nominato appena a dicembre, dicono che il primo cittadino vuole incontrare al più presto i rappresentanti di Henbury per discutere il caso.

(Fonte RSI)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*