Riaperto Adria, connessione petrolifera di Slovacchia e Ungheria con l’Adriatico

druzhba-adria-oleodotto

Il premier Robert Fico e il suo omologo ungherese Viktor Orban hanno inaugurato ieri in località Tupa, nella regione slovacca di Nitra, l’oleodotto Adriache è stato ripristinato dal gruppo MOL insieme a Transpetrol. I lavori di ricostruzione hanno interessato il tratto di condotta tra l’ungherese Szazhalombatta e la slovacca Sahy perun investimento di 70 milioni di euro. Il collegamento ha importanza strategica per la diversificazione delle fonti energetiche non solo in Slovacchia ma nell’intera Europa centrale: ora Bratislava potrà ricevere petrolio anche dal mare Adriatico, dal terminale croato di Omisalj. Ma potrà anche consentire di inviare verso i Balcani petrolio che la Slovacchia e l’Ungheria ricevono dalla Russia attraverso l’oleodotto Druzhba (Amicizia).

L’oleodotto Adria fu costruito nel 1962, e il suo rifacimento è stato lanciato nell’autunno del 2011, portando la portata totale della condotta in direzione slovacca da 3,5 milioni a 6 milioni di tonnellate di petrolio all’anno.

(LA Redazione)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.