Rifiuti tossici, operazione di risanamento nel quartiere Devinska Nova Ves a Bratislava

divieto-lavori-costr_(Foto Bratislavská župa-6429964053)

Nel comune di Devinska Nova Ves, periferia ovest di Bratislava, si sta procedendo da gennaio alla rimozione di catrame da un terreno dove si trova una cava in disuso. Quel luogo fu scelto nel 1963 dai funzionari di governo come adatto per lo scarico di circa diciotto mila metri cubi di questo residuo della raffinazione di petrolio dell’azienda Apollo, distrutta dai bombardamenti alleati durante la seconda guerra mondiale.

Una ricerca aveva dimostrato che in questi cinquant’anni la sostanza si è dispersa nel terreno, avvicinandosi pericolosamente alla falda acquifera della zona. Per la rimozione del rifiuto tossico e del terreno contaminato vengono utilizzati camion particolari che impediscono che la venga a contatto con i residenti locali e metta in pericolo salute della popolazione. I lavori sono previsti continuare ancora fino alla fine di aprile 2015.

La scelta del mese di gennaio per i lavori non è un caso. È infatti proprio con temperature del terreno sotto i 10° C che il catrame è in stato solido, dunque più facile da rimuovere e trasportare, oltre a ridurre il rischio di evaporazione di sostanze volatili.

L’operazione è fatta con fondi europei, e supervisionata dal Ministero dell’Ambiente, che ha firmato un contratto di quasi 12 milioni di euro per lo smaltimento con un consorzio denominato A.S.A. Enviro. Parte dei rifiuti di catrame saranno bruciati in un forno di cementazione e quindi riciclati.

A seguito della distruzione di Apollo, il cui sito vicino all’omonimo ponte sulla riva sinistra del Danubio ancora attende una sistemazione definitiva, nacque nel 1949 in una grande area a nord-est della capitale la società di raffinazione Slovnaft, che ne prese l’eredità e opera tutt’ora nel settore petrolchimico.

 

(Red, RSI)

Fotoillustrativa Bratislavská župa CC-BY

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.