Lo scandalo “Gorila” di nuovo in prima pagina: confermata l’autenciticità del dossier

Gorila, il libro

Sono passati oltre tre anni da quando, poco prima di Natale 2011, fu pubblicato su internet un dossier di presunte indagini e intercettazioni sul noto caso di corruzione politica “Gorila”. Soltanto oggi la polizia slovacca ammette l’autenticità della maggior parte delle informazioni contenute nel file segreto, trapelato ancora non si sa da chi. A confermarlo è stato Marek Gajdos, che è a capo della squadra investigativa speciale che si occupa del caso.

Il quotidiano Sme ha scritto che il detective ha confermato l’intenzione della polizia di convocare come testimone il Premier Robert Fico, che appariva in uno degli incontri segreti in un appartamento anonimo nella Città Vecchia di Bratislava di cui sono state pubblicate le trascrizioni, con il magnate del gruppo finanziario Penta Jaroslav Hascak.

L’inchiesta è ancora aperta, ma in tre anni ha fatto ben poca strada. In ogni caso, non ci sono ulteriori dettagli di quale strada prenderanno gli investigatori.

Il fascicolo “Gorila”, nome in codice dato all’indagine dai servizi segreti nel 2006, mentre governava la destra con Primo ministro Mikulas Dzurinda (SDKU), riporta decine di trascrizioni di incontri avvenuti tra Hascak e diversi politici di rango e alti funzionari dello Stato. Le discussioni registrate lasciano segni inconfutabili di una trama losca di connivenza tra la politica e il mondo degli affari. In quegli incontri si sono anche decise alcune delle più lucrose privatizzazioni di importanti imprese statali, nelle quali Penta e i suoi amici avrebbero avuto posizioni e potere.

Il gruppo Penta, uno dei due soggetti finanziari più potenti in Slovacchia, ha respinto tali affermazioni, sottolineando come l’indagine non ha confermato alcuna delle informazioni contenute nel file Gorila. Si tratta soltanto, secondo l’avvocato di Hascak, di dichiarazioni oltraggiose «indegne di un investigatore che onora la legge».

(Red, fonte Sme.sk)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*