Mihal: i disoccupati ripareranno i danni delle alluvioni con salario minimo

Al Ministro del Lavoro Jozef Mihal è venuta l’idea di coinvolgere i disoccupati nel lavoro di ripulitura in seguito alle inondazioni, concedendo in cambio il salario minimo. Grazie ai contributi sociali che i disoccupati pagheranno in questo modo, lo Stato riceverà più soldi di quanto costi il progetto.

«I disoccupati per avere i posti dovranno essere registrati come disoccupati da almeno tre mesi», ha detto il portavoce del Ministero del Lavoro, Affari Sociali e Famiglia.

Secondo il provvedimento, che sarà discusso oggi dal Governo, gli operai riceveranno 308 euro lordi al mese, ovvero 266 netti.

La misura potrebbe entrare in vigore dal 1° Ottobre, e 5.000 solo le persone che potrebbero ottenere in questo modo un lavoro. Durante un periodo di sei mesi saranno impegnati nella pulitura e messa in sicurezza dei fiumi, costruendo argini anti-alluvione, e in lavori di ricostruzione delle strade.

(Fonte Sme)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.