Ministro Pavlis sui tizzoni, l’opposizione lo vuole mandare a casa

PavolPavlis_(foto_MHSR_economy.gov.sk)

L’opposizione ha cominciato a raccogliere le firme necessarie per convocare una sessione straordinaria del Parlamento per chiedere le dimissioni del Ministro dell’Economia Pavol Pavlis. Pavlis è ora al centro delle polemiche per un “affaire” che lo riguarda, e di cui è arrivata informazione pubblica in questi giorni. La mossa dell’opposizione segue una convocazione di Pavlis davanti alla Commissione parlamentare per gli Affari economici, dove la sua difesa dalle accuse di conflitto di interesse non ha convinto i parlamentari di centrodestra.

In base a questa causa lo stato rischia di perdere 60 milioni di euro. E ad aiutare la società a preparare tale causa sarebbe stato proprio Pavlis, che avrebbe ricevuto in pagamento 600mila corone (20mila euro) per spese legali. La causa intentata dalla società Port Services contro il Fondo di Proprietà Nazionale (FNM), braccio dell’amministrazione che gestisce le partecipazioni statali nelle imprese, per un tentativo fallito di privatizzazione della società Slovenská plavba a prístavy.

Secondo l’opposizione, Pavlis avrebbe aiutato la società non soltanto in precedenza, quando era membro del consiglio di supervisione di FNM, ma anche ora che è Ministro.

Pavlis, che è stato presidente del Cda della società Port Service, «non ha voluto o potuto rispondere», ha detto il deputato Daniel Lipsic, capo di Nova, e ha mentito alla commissione. Lipsic sostiene che la causa fu intentata appena cinque giorni prima che lui entrasse a far parte della dirigenza di FNM.

Il Primo ministro Fico si dice tranquillo, e afferma di avere informazioni che il suo ministro ha interrotto ogni rapporto con la società in questione nel 2006 e non ha alcun contatto o affiliazione con il suo management da allora. E quindi non intende prendere alcun provvedimento. Si muoverà soltanto se ci saranno nuove informazioni che discreditano Pavlis in modo da cambiare le cose.

Fico non aveva esitato in autunno a far licenziare il Ministro della Salute, insieme al vice presidente del Parlamento, per uno scandalo legato a un appalto all’ospedale di Piestany. Pochi giorni dopo chiese e ottenne anche le dimissioni del potente capo del Parlamento, da tempo guida di una forte ala del partito Smer a Kosice.

(Red)

Foto Governo slovacco (vlada.gov.sk)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google