Ai pendolari che scelgono il treno sconti fino al 50%

treni-ferrovie_(joebehr-5927742260)

A partire dal mese di febbraio, chi per andare al lavoro in Slovacchia userà il treno potrà godere di sconti del 50%. Questa la proposta approvata dal governo nella seduta di ieri 28 gennaio, all’interno delle misure finanziarie, economiche e sociali preparate per aiutare i cittadini a reagire meglio in questi tempi di crisi. Del resto, il ministro dei Trasporti Jan Pociatek si è detto convinto che tali sconti aiuteranno a rafforzare la mobilità dei lavoratori.

Lo sconto sarà concesso attraverso lo stesso sistema che già oggi garantisce fino al 30% in meno sul prezzo dei biglietti per i lavoratori pendolari che acquistano un abbonamento settimanale monodirezionale, che arriva al 35% per gli abbonamenti andata e ritorno. Lo stesso meccanismo dà già ora un cinque per cento di sconto in più per gli abbonamenti mensili, arrivando rispettivamente al 40 e 45%.

Gli sconti sono applicabili ai viaggi in seconda classe sia sui treni della compagnia ferroviaria statale ZSSK (Železničná Spoločnosť Slovensko) che del vettore privato RegioJet nella tratta Bratislava-Komárno. Abbonamenti scontati per i pendolari saranno validi anche a bordo di convogli EuroCity, e anche di SuperCity con un supplemento per la prenotazione dei posti.

Il Ministero dei Trasporti ha messo in conto un costo per questo provvedimento di circa 1.350.000 euro, che si ritiene saranno compensati da maggior interesse per il trasporto ferroviario e dunque meno auto per le strade.

A novembre il governo aveva lanciato la gratuità dei viaggi in treno per studenti e pensionati.

(Red)

Foto joebehr CC-BY-ND

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google