Fallimento personale: 441 casi nel 2014. Governo: rendiamo la procedura più accessibile

fallimenti (foto_ucket@flickr)

Sono state 441 le persone in Slovacchia che hanno dichiarato fallimento nel 2014, una cifra nettamente superiore agli appena 23 casi registrati nel 2006. Ma, scriveva Pravda lunedì, è ancora relativamente bassa rispetto ad altri paesi europei come Repubblica Ceca o Germania. Infatti, se in Slovacchia nel 2014 erano 8 i fallimenti personali ogni 100.000 persone, in Repubblica ceca tale cifra ha raggiunto 178.

In Slovacchia, scrive il quotidiano, è la normativa a dissuadere gli imprenditori a dichiarare fallimento, come un livello minimo di beni e un certo ammontare di spese, ma il Ministero della Giustizia ha in animo di metterci mano a breve.

Chi intende dichiarare fallimento deve avere proprietà per almeno 1.660 euro, e deve pagare poco meno di 664 euro, oltre al 70% dello stipendio per il periodo di fallimento, il che significa che devono essere impiegati. E solo alla fine del procedimento, un periodo che deve durare almeno 3 anni e mezzo, si può ripartire dall’inizio. Il ministero ha indicato di voler rendere la procedura di fallimento accessibile da un maggior numero di persone, ma ad oggi non ha spiegato come.

(Fonte Pravda/Tasr)

Foto ucket CC@flickr

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.