Insegnanti slovacchi stipendiati anche nelle vacanze estive

scuola-insegn-istruz_(wiki)

Dopo un emendamento al Codice del lavoro passato dal Parlamento martedì, gli insegnanti in Slovacchia non saranno più costretti a registrarsi presso gli uffici del lavoro come disoccupati durante le vacanze estive. Le scuole, infatti, avevano preso l’abitudine di assumere gli insegnanti per un periodo di soli dieci mesi, lasciandoli a casa per i due mesi estivi con l’obiettivo di risparmiare risorse. Il Ministro del Lavoro Jan Richter, denunciando la pratica come immorale, ha trovato il rimedio collaborando con l’allora Ministro dell’Istruzione Peter Pellegrini (che da pochi giorni è a capo del Parlamento).

La normativa definisce a dodici mesi il periodo minimo per i contratti a tempo determinato nel settore istruzione, che andrà a coprire l’intero anno scolastico dall’1 settembre al 31 agosto dell’anno successivo. Le nuove norme non saranno comunque applicate ai docenti stranieri o agli insegnanti supplenti.

(Red)

Foto Wikimedia Public domain

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.